Giovani, Carine e Bugiarde. Dalla saga al film _ Recensione

Per tutti coloro che conoscono e hanno avuto modo di vedere il telefilm per adolescenti (ma non solo) Pretty Little Liars, conoscerà abbastanza bene le giovani protagoniste: Spencer Hastings, Hanna Marin, Emily Fields, Aria Montgomery e Alison DiLaurentis. Per quelli che invece non avessero idea di cosa io stia parlando, ecco il riassunto:

La storia, uguale per film e libri, ha come base la scomparsa misteriosa e improvvisa della bellissima Alison DiLaurentis durante un pigiama party con le amiche. Anni dopo (uno nel film, tre nel libro) le ragazze, ormai ex migliori amiche, cominciano a ricevere degli strani messaggi da un certo A che sembra conoscere ogni dettagli intimo della loro vita e di quella delle loro famiglie. Convinte che si tratti di Alison, le loro congetture vengono smontate quando il cadavere, o presunto tale, della ragazzina viene ritrovato.

E da qui la storia ha inizio!

Ora, avevo cominciato a vedere il telefilm anni fa, poi mi sono persa l’ultima stagione e quindi ho ricominciato tutto grazie a Netflix. Nello stesso tempo, avendo scoperto della saga di libri firmati Sara Shepard ed editi da Newton Compton ho deciso di cimentarmici e poi fare un confronto il più possibile obbiettivo. Ovviamente non posso andare nel dettaglio perchè non voglio rovinare il finale a nessuno, ma posso dire senza ombra di dubbio che i libri sono dieci volte meglio del telefilm. E qui qualcuno potrebbe dirmi “Ma va?”, nel senso che spesso e volentieri è così per la maggior parte di film tratti da romanzi. Quello che intendo io è che nel libro la storia è verosimile, nel film a un certo punto diventa tutto un’accozzaglia di colpi di scena improbabili, morti finte, personaggi incredibili e un finale che, a me personalmente, non è piaciuto per niente perchè estremamente forzato e surreale. Nel libro invece, la storia acquista un senso molto più concreto. Aria, Spencer, Emily e Hanna vanno al liceo, ognuna ha i propri sogni, desideri e disastri familiari. Aria vede il matrimonio dei suoi genitori naufragare a causa del tradimento del padre con una sua studentessa che poi aspetta un bambino; Spencer è in rotta con i genitori a causa della competizione immemore con sua sorella Melissa e viene diseredata dal testamento; Emily si scopre bisessuale e non sa scegliere tra un fidanzato o una fidanzata; Hanna si ritrova a convivere con la figlia della nuova compagna del padre e ad instaurare una lotta per il predominio della scuola. La loro amicizia tenuta in piedi da Alison non c’è e loro non hanno motivo di ripristinarla se non ogni tanto confrontandosi sui messaggi di questo A e cercando di indagare insieme alla ricerca della verità. La polizia è presente e collaborativa e i genitori sanno! Ecco questa è una cosa che nel film non mi sono saputa spiegare: i genitori sono tenuti all’oscuro di tutto. C’è un maniaco pazzoide che minaccia la loro vita e loro non dicono niente a nessuno! Nel libro ciò non avviene. Si comportano come sedicenni normali, con i primi amori, conflitti in famiglia, difficoltà a scuola e quindi riesci a avvicinarti a loro, a viverle in un altro modo. E quando il segreto è finalmente svelato e tutti i pezzi compongono il puzzle.. beh, capisci che forse la storia in sè non è neanche tutta questa originalità, ma è credibile.

Io ho letto solo i primi otto libri, Newton pian piano tradurrà anche gli altri, ma credo che mi fermerò in quanto a questo punto il caso Alison è risolto, per cui andando avanti le vicende delle protagoniste prendono un’altra piega e io non voglio rovinarmi tutto se poi la storia dovesse diventare come quei prolungamenti forzati che perdono il senso e che servono solo a provare a vendere qualche copia in più.

L’ordine dei romanzi (il primo uscito nel 2006 ma arrivato in Italia solo nel 2011) è il seguente:

    • Giovani, Carine e Bugiarde. Deliziose
    • Giovani, Carine e Bugiarde. Divine
    • Giovani, Carine e Bugiarde. Perfette
    • Giovani, Carine e Bugiarde. Incredibili
    • Giovani, Carine e Bugiarde. Cattive
    • Giovani, Carine e Bugiarde. Assassine
    • Giovani, Carine e Bugiarde. Spietate
    • Giovani, Carine e Bugiarde. Ricercate

Vi consiglio quindi, comunque, la lettura di questa saga ben scritta, assolutamente veloce e scorrevole, diversa dal solito. Un teen drama senza scene di sesso, con l’amicizia come base e tanta voglia, insieme alle protagoniste, di arrivare alla soluzione del caso per poi restare completamente spiazzati. Il film è proprio liberamente ispirato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...