“Punto debole” di James Patterson _ Recensione

PUNTO DEBOLE

di James Patterson

Casa editrice LONGANESI
Anno di edizione 2017
Genere THRILLER

punto-debole.jpgUna serie inarrestabile di omicidi tiene in scacco tutta Washington. Mentre gli investigatori lavorano giorno e notte per fermare l’escalation di morte, i mass media chiedono a gran voce le dimissioni del capo della polizia. Non si erano mai visti tanti morti ammazzati nella capitale degli Stati Uniti, e il detective Alex Cross non si era mai sentito così sotto pressione. Eppure non sa che il peggio deve ancora venire. Perché c’è qualcuno che lo osserva da lontano, registra ogni sua mossa, studia ogni particolare della sua vita familiare. E non c’è nulla che per Cross conti di più della famiglia, nulla al mondo è più impor tante dei suoi figli e di sua moglie Bree. Sono loro che lo tengono ancorato alla realtà e gli danno la forza di affrontare e combattere il male. Ma quell’ombra che lo segue ovunque conosce ormai troppo bene le sue debolezze e ha tutte le intenzioni di approfittarne…

Forse ho scoperto la serie di libri su Alex Cross troppo tardi o nell’ordine sbagliato. Ma dopo aver letto questo mi toccherà andare a cercare tutti gli altri e leggerli con calma dall’inizio.
La trama è avvincente e ti tiene inchiodato alle pagine per tutta la durata del libro. Si intreccia su due scie principali: un assassino con evidenti turbe psicologiche e una personalità multipla, è sulle tracce di Cross e vuole fargliela pagare a tutti i costi. Lo pedina, studia le sue mosse, si inserisce nella sua famiglia e e nella vita dei suoi figli, ma lui è troppo assorbito dal suo lavoro per rendersi conto del pericolo. Sì, perché c’è un altro folle là fuori che compie una serie di omicidi e di rapimenti apparentemente senza alcun collegamento. Ma la posta in gioco è veramente alta e il tempo scorre inesorabile. Così quando il nemico colpisce, per Alex è troppo tardi.
Lo stile narrativo è magistrale, sapientemente orchestrato per dire e non dire, rivelare e celare, accompagnare il lettore alla scoperta di tutto, aiutandolo forse sfidandolo ad arrivarci per primo. Mi sono inchiodata alle pagine, volevo capire a tutti i costi.
I personaggi sono molto profondi. Alex e sua moglie oberati di lavoro sono efficenti e scrupolosi, ma trascurano tantissimo gli affetti familiari. I tre figli sono cresciuti dalla nonna ultranovantenne e portano avanti le loro vite in maniera quasi estranea gli uni agli altri. Sono delle piccole comparse nella vita di Alex.
Le mie aspettative sono state deluse sul finale ma per ignoranza. Credevo che ogni storia  fosse autoconclusivo e invece il finale rimane aperto, quindi il caso principale è risolto, ma quello che emotivamente ti coinvolge di più è appena all’inizio e quando finisci il libro rimani completamente con la voglia di sapere.
Il finale nel complesso mi è piaciuto, la scena del crimine molto CSI, l’assassino catturato, i perché svelati, a tutto vengono messi i puntini sulle I. Però dovrò aspettare il seguito per sapere quanto sarà violenta la vendetta dell’assassino. Nel frattempo tornerò sui miei passi e leggerò i libri precedenti così da conoscere meglio i personaggi e rispondere da sola ad alcuni perché dati per scontati in questo libro e per me del tutto estranei.

VOTO 4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...