La strada nell’ombra di Jennifer Donnelly _ Recensione

La strada nell’ombra

di Jennifer Donnelly

Per Ragazzi/ Giallo

Mondadori

la-strada-nell-ombra.jpgNew York, fine Ottocento. Jo Montfort è ricca, bella, e la attende un futuro radioso, promessa sposa del rampollo di una delle famiglie più in vista della città. Jo ha tutto, ma per sé da sempre sogna qualcosa di diverso: una matita e un taccuino, un lavoro come reporter. È una tragedia inaspettata a scuotere lei e la sua famiglia. E anche l’irruzione nella sua vita di Eddie Gallagher, giovane reporter che sa qual è il prezzo della ricerca della verità. Insieme a Eddie, Jo comincia a indagare, come e meglio di una giornalista di professione, sugli affari dei Montfort, che si rivelano via via sempre meno limpidi. La verità emerge cupa e dolorosa, i pericoli sono dietro a ogni angolo nei vicoli di New York, ma anche le avventure, l’amore vero e la più importante delle conquiste: la libertà.

 

Ambientato nella New York di fine ‘800, questo libro ci narra le vicende di Jo Monfort, diciassettenne dell’aristocrazia e promessa sposa a uno dei rampolli degli Ashfort, che sogna di poter un giorno diventare reporter e che a seguito della misteriosa morte del padre, fatta passare per incidente domestico, si mette sulle tracce dell’assassino. Perchè Jo è convinta che suo padre sia stato ucciso. Insieme a Eddie, giornalista squattrinato del quale si innamorerà, e a un numero di personaggi improbabili, seguiremo insieme a lei i fili dell’indagine, metteremo insieme gli indizi e sfideremo il destino.

Un libro farcito di luoghi comuni e scene già viste ma tutto sommato carino nella storia e piacevole da leggere. Jo dimostra perfettamente l’età che ha e ci presenta in maniera nuda e cruda quella che era la realtà per le donne di allora: merce di scambio per matrimonio combinati da famiglie per salvare patrimoni e aumentare le rendite. L’amore era qualcosa di non necessario e assolutamente non previsto, se poi capitava be’.. meglio così.

Jo ovviamente si oppone alle regole, lei è uno spirito libero. Vuole guadagnarsi da vivere lavorando ai suoi articoli invece di prendere il tè e parlare di tende nei migliori salotti. Personaggi simili non è raro trovarne. Di solito la bella ereditiera si innamora dello squattrinato e fugge dalla famiglia. Fosse stata un personaggio maschile avrebbe semplicemente trattenuto degli intrallazzi con cuoche e cameriere nell’attesa del matrimonio promesso. Quindi diciamo che la storia d’amore insita in questo libro non mi ha fatto nè caldo nè freddo, ma sicuramente è adatta al pubblico di adolescenti per il quale il libro stato concepito.

Invece spendo due parole sul giallo. La storia è molto bella. Il padre di Jo, il signor Monfort, dedito a figli e famiglia, muore al primo capitolo così che a noi è preclusa ogni conoscenza diretta. La teoria non ufficiale è che si sia suicidato nel suo ufficio, ma ai giornalisti la famiglia pagherà la deviazione dell’articolo sull’ipotetico incidente. Jo però trova un proiettile di dubbia provenienza vicino alla scrivania e alcune strane annotazioni sull’agenda del padre che la costringono a vederci chiaro. Conosciamo così il lavoro del signor Monfort socio di una compagnia di navigazione messa piuttosto male. Quando anche altri soci della compagnia cominciano a morire in circostanze sospette, la stampa urla alla maledizione, Jo è sempre più vicina a scoprire l’assassino. Vuole giustizia a tutti i costi.

Il libro è lungo, siamo sulle 500 pagine, ma veloce e scorrevole nella narrazione, quindi si legge senza pesantezza. I capitolo non sono troppo lunghi e danno un buon ritmo al libro. Quindi è ottimo per i ragazzi, valido nelle descrizioni socio culturali dell’epoca e gradevole anche per un pubblico adulto.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...