The Kissing Booth di

The kissing booth

di Beth Reekles

Dea Planeta

Young Adult

 

the-kissing-booth-5Rochelle ha diciassette anni, è bella, popolare, brillante. È circondata di amici, ma non è mai stata baciata. Non ha mai avuto un fidanzato, solo cotte per tipi sbagliati, bad boy di cui le era impossibile innamorarsi davvero. E Noah non fa eccezione. Anche lui è inaffidabile, tenebroso, irritante. E con le ragazze vuole solo divertirsi. Rochelle non ha alcuna intenzione di cedere al suo irresistibile fascino. Perché di una cosa è certa, Noah non è quello giusto. Glielo ripete di continuo anche Lee, il suo migliore amico, l’unica persona a cui Rochelle non potrebbe mai rinunciare. Ma il fatto che Lee sia il fratello di Noah complica ogni cosa. Soprattutto quando Lee scopre un segreto, un segreto inconfessabile che non può, o forse non vuole, condividere con Rochelle.

 

 

Quando ho visto il film su Netflix mi sono molto divertita. Una commedia romantica simpatica, abbastanza assurda, prevedibile sotto alcuni aspetti, ma piacevole.

Ho deciso quindi di prendere il libro. Sapevo che anche questo romanzo è figlio di Wattpad. E come tutti i discendenti della piattaforma on-line, nati in America, il boom era garantito! Questo comunque ad indicare che ogni tanto certi canali “privilegiati” riescono a sfornare qualcosa di carino che altrimenti non avrebbe mai avuto l’onore di interessare il pubblico.

Chiudiamo però la parentesi.

Il libro, strano ma vero, mi è piaciuto decisamente meno. I personaggi non sono così definiti come nel film, dove ognuno ha delle sue proprie caratteristiche. Elle, sedici anni, è innamorata da sempre di Noah, fratello del suo migliore amico Lee. Ma ovviamente non farebbe mai niente per compromettere la loro amicizia perfetta, tranne baciare Noah a una fiera e poi dar via a una relazione clandestina. Ora, tralasciamo tutti i momenti in cui vi chiederete il perchè di certi comportamenti, se tutti i personaggi di film e libri si comportassero in maniera intelligente non ci impegnerebbero più di un quarto d’ora. Nel film tuttavia l’amicizia di Elle e Lee è molto più marcata, più solida, predominante. Elle davvero ci tiene al suo migliore amico. Nel libro, invece, ho trovato Lee proprio un bambinone, uno di quei ragazzi che ancora deve capire cosa sia la pubertà e vive nel mondo dei sogni.

Non è stata una brutta lettura, il libro è piacevole, si legge velocemente, tiene compagnia. Ma se dovessi proprio consigliarvi cosa scegliere vi direi: guardatevi il film che risparmiate tempo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...