La regina straniera di Anne O’Brien _ Recensione

La regina straniera

di Anne O’Brien

Harper Collins

 

la-regina-straniera.jpgUna proposta, due strade, una decisione che potrebbe cambiare la storia Francia, ottobre 1396. Giovanna di Navarra incontra Enrico di Bolingbroke, erede di Lancaster, alle nozze di Enrico II e Isabella di Valois e quel giorno segna l’inizio di una profonda amicizia. Che forse potrebbe trasformarsi in qualcosa di più se solo il senso dell’onore e la lealtà nei confronti del proprio paese non fossero così radicati in entrambi. Francia, 1399. Il Duca di Bretagna è morto e la sua vedova, Giovanna di Navarra, nominata reggente fino alla maggiore età del loro primogenito, ha ereditato il controllo del ducato, significativo riconoscimento della sua intelligenza, integrità e lungimiranza politica. Qualche anno dopo Enrico, diventato Re d’Inghilterra, la chiede in moglie. È quello che Giovanna sogna da molto tempo, eppure si tratta di una decisione tutt’altro che facile. Accettare significherebbe diventare Regina d’Inghilterra, ma a quale prezzo? Dovrebbe trasferirsi in una terra straniera e ostile, abbandonare i figlie e rinunciare alla propria indipendenza. Senza contare che la posizione di Enrico sul trono è quanto meno precaria e che la guerra incombe. Data l’instabilità politica e il costante rischio di ribellione, il sovrano inglese non può fidarsi di nessuno, nemmeno della sua regina, e per Giovanna lasciare la Francia potrebbe rivelarsi pericoloso. D’altra parte, l’unione tra loro potrebbe condurre a una proficua alleanza tra due grandi potenze. Ora sta a lei scegliere.

 

Un meraviglioso romanzo storico che ci trasporta dalla Francia all’Inghilterra all’inseguimento di un amore profondo e duraturo, capace di scontrarsi con le avversità e risorgere sempre dalle sue ceneri.

Giovanna è una donna forte, autoritaria, una condottiera politica sempre al fianco del marito. Un pilastro per la famiglia e una guida per i suoi figli. Fino a quando incontra Enrico di Lancaster, futuro Re d’Inghilterra. Tra i due scoppia un amore platonico che diventerà realtà quando, rimasta vedova, Giovanna accetterà la proposta di matrimonio ereditando il titolo di regina d’Inghilterra.

Ma a dispetto di tutte le favole romantiche e moderne, la nuova condizione non ha niente a che vedere con il suo status precedente. Giovanna dovrà disilludersi, comprendere e accettare che l’Inghilterra non è la Francia, che le donne hanno ruoli ben diversi da quelli che lei ha sempre sapientemente ricoperto. E soprattutto dovrà realizzare che ama un uomo che ha sposato la sua patria e lei sarà sempre la sua seconda scelta.

Un libro impegnativo, lungo nelle pagine, complicato nelle genealogie ma ipnotico, coinvolgente, appassionante. Io adoro i romanzi storici, vado sempre sul sicuro (soprattutto se all’interno del libro imparo qualcosa che non sapevo) e anche questo non mi ha delusa. In più tra le pagine viviamo non una ma ben tre profonde e struggenti storie d’amore che arricchiscono e completano la storia.

Consigliatissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...