Te la sei cercata di Louise O’Neill _ Recensione

Te la sei cercata

di Louise O’Neill

Hot Spot

Young Adult / Drammatico

 

TE-LA-SEI-CERCATAIn una cittadina di provincia dove tutti si conoscono, Emma O’Donovan è diversa. Lei è speciale: diciotto anni, bellissima, popolare, potente. È sempre perfetta e ama essere desiderata. Tutte le ragazze vorrebbero essere sue amiche, e tutti i ragazzi vorrebbero uscire con lei. Fino a quella notte. A quella festa d’estate, Emma era troppo ubriaca per rendersi conto di cosa stava accadendo, troppo ubriaca per dire basta, troppo ubriaca per ricordare. Ma quelle immagini, quelle fotografie che tutti hanno visto online, significano che non potrà mai dimenticare. E dopo la violenza comincia un nuovo incubo: Emma era speciale, ma ora è solo una fonte di imbarazzo. È sulla bocca di tutti, assurdamente additata e accusata. Davvero se l’è cercata? Davvero è sua la colpa? Senza punti di riferimento, Emma comincia a dubitare persino di se stessa.

 

Non voglio fare polemica. Nè essere moralista. Su questo libro, o meglio sui temi che tratta, si potrebbero spendere milioni di parole. Io mi limiterò a una recensione il più neutrale possibile.

Vi basti sapere che ho letto tutto il romanzo con l’ansia di arrivare al finale. Perchè troppe volte sappiamo come vanno a finire certe cose. E forse, la scelta dell’autrice mi ha sconvolta ancora di più. Oltre che lasciarmi con un rancore verso una società maschilista e intollerante.

Allora.. Emma può piacere o no. Può essere contestabile il suo atteggiamento, le sue arie da prima donna, il suo bisogno di essere costantemente al centro dell’attenzione per sentirsi qualcuno di importante. Ognuno si farà la sua idea della protagonista, com’è giusto che sia. Ma cosa dire che quattro tizi (non trovo aggettivi più umani per loro), che dopo averla stuprata in gruppo, seviziata (le descrizioni delle foto e dei video postati in rete è agghiacciante) e sbandierata sul web come una barzelletta, trovano l’appoggio della comunità passando per le povere vittime del caso che non hanno saputo resistere a un’offerta così succulenta? Ma siamo seri?

Perchè sì, lettori miei, il romanzo raccontato da Emma, che si prende le sue colpe, che affoga nei suoi dubbi che vede tutto il mondo con occhi diversi ci pone davanti questa incresciosa realtà. La colpa è solo sua! Per tutti. Quelli erano bravi ragazzi prima di violentarla, le famiglie erano per bene e rispettate, il loro futuro scritto nelle stelle e sporcato dalla sua denuncia.. è colpa sua, in quanto donna. In quanto donna bella. In quanto donna bella e desiderabile. In quanto donna bella, desiderabile e libera.

Questo libro fatelo leggere alle vostre figlie, alle vostre sorelle minori. Fate in modo che si rendano conto in che mondo vivono e che capiscano che ogni loro gesto sarà messo alla gogna. E fatelo leggere ai vostri figli maschi, nella speranza che qualcuno sviluppi una coscienza. Di bestie pronte a puntare il dito il mondo ne è sovraffollato.

E tanti saluti all’imparzialità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...