La papessa _ Recensione

Buongiorno lettori.

Esordisco dicendo che questo è il libro più bello che abbia letto quest’anno (e probabilmente uno dei più belli letti in tutta la vita).

Sono esagerata? Forse.

Voi l’avete letto? Spero.

Il film lo avete visto? Mi hanno detto essere un po’ diverso dal romanzo ma cercherò di provvedere al più presto.

 

La papessa
di Donna Woolfolk Cross
Newton Compton Editori

la-papessaGiovanna nasce nell’anno del Signore 814, in un’epoca in cui le donne sono considerate empie, inferiori e indegne di essere istruite. Lei ha invece un forte desiderio di sapere, che cerca di soddisfare di nascosto con l’aiuto del maestro Esculapio. Divisa tra l’amore impossibile per un uomo e quello altrettanto impossibile per i libri, Giovanna sceglie questa seconda passione. Assume l’identità di suo fratello Giovanni, morto durante un’incursione vichinga, e si nasconde per dodici anni in un monastero benedettino, finalmente libera di leggere, studiare e carpire i segreti delle arti e delle scienze. Grazie a questo inganno e alla sua devozione Giovanna avanza a lunghi, incredibili passi nella gerarchia religiosa: giunge a Roma, dove nessuno sospetta della sua falsa identità, e viene eletta papa, rinunciando in quel momento e per sempre al suo amore ritrovato, Gerardo. Durante la solenne processione di Pasqua, però, la papessa viene pubblicamente e tragicamente smascherata… I suoi successori faranno di tutto per cancellarla dai registri pontifici e la Storia la dimenticherà. In bilico tra verità e leggenda, Giovanna è uno tra i personaggi più controversi e affascinanti di tutti i tempi.

 

Giovanna è la terza figlia di un predicatore e in quanto donna non ha alcun diritto per la società, se non quello di passare dall’autorità paterna a quella del marito. Unica cosa che le si chiede per ruolo è sposarsi, fare figli e non avere opinioni proprie. Punto.

Lei, però, è diversa. Una bambina modernissima per i tempi. Vuole conoscere, sapere e, soprattutto, si pone delle domande non accontentandosi delle risposte mediocri che riceve dal mondo. Impara a leggere e scrivere, a conoscere i rudimenti della Chiesa, a studiare il pensiero dei grandi padri della conoscenza. La sua intelligenza è così sorprendente che riesce ad essere ammessa a una scuola, ovviamente maschile, suscitando scandalo e malevolenza. In questo ambiente, quando è un’adolescente, conosce Gerardo, il grande amore della sua vita, al tempo sposato e con figli, quindi irraggiungibile.

Quando i normanni invadono la città, saccheggiando a ammazzando tutti quelli che trovano sul loro cammino, Giovanna indossa i panni del fratello (vittima dell’invasione) e fugge in un monastero sotto i panni di Giovanni Anglico. Da qui comincia la sua nuova vita, fatta di preghiere, regole rigorose, confratelli ed espiazioni. Impara i rudimenti della medicina guadagnandosi il titolo di guaritore per la sua bravura innata e decide di non svelare mai la sua identità.

Quando le circostanze la portano al capezzale del Papa, malato e apparentemente morente, Giovanna vede spalancarlesi davanti un mondo nuovo e incredibile dentro le mura di San Pietro. Un mondo di sfarzo e potere, di ascensione e conoscenza. Tutto quello che ha sempre sognato e che le si era detto precluso in quanto donna.

Ma il destino la metterà davanti a una prova terribile, quando Gerardo e i suoi soldati arriveranno a Roma.

Ora dico, ma la sentite la potenza narrativa di questo romanzo? L’evocazione storica senza precedenti? I personaggi talmente intensi e completi che alla fine vi sembrerà di conoscerli sul serio? Una vita dedicata agli altri, alla conoscenza, al sapere, a non piegarsi davanti alle regole scelte dall’uomo che brutalmente si innalza a Dio credendosi suo portavoce. Giovanna è una combattente, una rivoluzionaria. Per una vita ha preso in giro tutti fingendosi un uomo, dimostrando di non essere inferiore senza poter rivelare la sua vera identità pena morte certa.

Un libro incredibilmente evocativo e, diciamolo, una storia d’amore straziante! A Gerardo va tutta la mia simpatia e umana comprensione. Un uomo capace di una fedeltà così incrollabile può esistere solo nei libri. La ama, la rispetta, la supporta e soprattutto la subisce, perchè sa di essere inferiore a lei per rango, posizione e potere. Ma sopratutto mentalità. Gerardo, che per quanto aperto di vedute e moderno per i tempi, che l’ha sempre assecondata e aiutata nella sua erudizione, è un uomo e Giovanna non si piega al suo volere. Ha giurato a sè stessa di non sottomettersi mai a un uomo, di non rinunciare mai alla sua vita per stare davanti al focolare.

Un romanzo che è un film, così ben descritto che riesci a vedere gli avvenimenti, riesci a riconoscere i luoghi e le persone. La trama è sempre un crescendo, non riesci a immaginarti come andrà a finire. Ci sarà il lieto fine oppure è tutto destinato al disastro? Giovanna lascerà tutto per Gerardo o lui alla fine se ne andrà? E soprattutto, la scopriranno?

Un libro che vale la pena di essere letto, comprato e tenuto in casa.

Certo, non è stato solo bello, a un certo punto verso la fine, ho seriamente fatto fatica a condividere gli ideali di Giovanna, a comprendere la sua resistenza. In certi punti mi sono chiesta perchè non abbia deciso diversamente. Ma questo fa proprio parte della nobiltà di questo romanzo.

 

Link AmazonLa papessa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...