Questo amore sarà un disastro _ Recensione

Buon pomeriggio lettori,

quello di cui vi parlo oggi è l’ultimo libro di Anna Premoli, un romance dalle sfumature rosissime!

Protagonisti di questa vicenda sono Edoardo, un professionista della finanza che si occupa di acquisire società sull’orlo del baratro ed Elena, figlia di imprenditore, destinataria della nuova fusione in atto. Elena dell’azienda di famiglia non vuole proprio saperne e quando Edoardo e il suo team le bussano alla porta, neanche si scomoda ad aprire. Niente le farà cambiare idea. Ma non ha fatto i conti con la determinazione di lui, ostinato ad avvicinarla a tutti i costi.

Che dire? Così di slancio posso azzardare che mi è piaciuto. Davvero.

Elena e Edoardo sono due personaggi che spesso e volentieri incontriamo nei romance, non hanno niente di originale rispetto alla massa, ma sanno farsi apprezzare per due motivi principali:

  • lui è spassosissimo. Benchè arrogante, presuntuoso e pieno di sè come ogni maschio alfa che si rispetti pretendi di essere, le sue battute, la sua dialettica e anche i capitoli raccontati con la sua voce sono divertenti, originali e piacevoli. Un personaggio che, nei suoi connotati negativi, si sa far apprezzare anche molto bene.
  • Mi sono piaciute le tempistiche. Odio quei romanzetti dove in tre secondi si vedono, si amano e si giurano amore eterno. Per carità! Non siamo alle medie. A ogni essere umano che si rispetti, anche quello in preda a uno scombussolamento ormonale, serve un degno quantitativo di tempo per apprezzare una persona tanto da dichiararle amore. Tutto quello che viene prima si chiama istinto sessuale, passione travolgente, necessità biologica. E loro hanno attraversato anche questa fase. Diciamo che il rapporto ha avuto una giusta e degna evoluzione che lo ha scansato dal banale. Ottimo, direi.

Elena, tra i due, è quella che mi è piaciuta meno. Purtroppo lui dimostra molto più carattere, sebbene sia poi quello costretto a cedere e cambiare sè stesso. Lei è già persa in partenza. Tante aria da donna indipendente, ma creta tra le mani del bell’imbusto al testosterone.

Importantissimi in questa vicenda gli amici. Ottimi quelli di lui, mi sono proprio piaciuti questi soci in campo azionario. Riservati abbastanza per non prendersi troppo spazio inutile nel romanzo, ma corposi a sufficienza da non risultare comparse frivole e prive di significato. Mi è piaciuta moltissimo tutta la parte descrittiva dell’attività e del lavoro dei tre ometti. Molto interessante e per niente riempitiva.

Pesantissime, invece, le amiche di lei. L’avvocato super femminista fino allo sfinimento. Tanto da risultare antipatico e soprattutto nocivo per la sua stessa vita considerando che l’unica sua storia d’amore finisce malissimo e la costringe a rinnegare qualsiasi forma di approccio maschile che non sia strettamente collegato col mondo del lavoro. L’altra, invece, meno consistente, giusto qualche comparsata qua e là ma niente che potesse avere vero valore per la storia.

Al momento è il romanzo della Premoli che ho apprezzato di più. Mi è piaciuta l’ambientazione, i dialoghi con i botta e risposta al tempo giusto, il corteggiamento e l’evoluzione della storia d’amore, la risoluzione del caso finanziario. Direi che le pecche sono talmente blande che posso ritenermi soddisfatta e consigliarvi questo libro a gran voce.

Questo amore sarà un disastro
di Anna Premoli
Newton Compton Editori
Romance

questo-amore-sara-un-disastro.jpg

Edoardo Gustani è un rampante golden boy della finanza milanese, esperto di fusioni e acquisizioni, interessato a rilevare la maggioranza della Health Green, in difficoltà in seguito a qualche colpo di testa dell’ultimo amministratore delegato. Per portare a casa l’accordo Gustani deve convincere i membri della famiglia Longo, proprietari da comgenerazioni. C’è solo uno scoglio da superare: avere il parere favorevole di Elena, nipote delle quattro anziane azioniste. Elena non ha più nulla a che fare con la società, da quando il padre le ha preferito il figlio maschio come amministratore delegato. Ha voltato pagina e aperto un centro olistico nel quale le persone possono allontanarsi dal caos quotidiano. Edoardo non riesce a credere che Elena non voglia lasciarsi convincere dalle sue validissime ragioni. La sconfitta non fa parte del suo DNA. Decide quindi di trascorrere qualche giorno nel centro di Elena. È sicuro di riuscire a farla ragionare sfruttando il suo grande fascino. Ma ci sono imprevisti che nemmeno un cinico e calcolatore uomo d’affari può immaginare…

Link Amazon