Le città perdute _ La nuova serie firmata Tiziana Triana

Buon pomeriggio lettori,

quello che vi presento oggi è il primo libro della serie #LunaNera, firmato da Tiziana Triana per Sonzogno dal quale è già stata tratta la prima stagione della serie tv Netflix.

Un romanzo tutto italiano che ci riporta indietro nel tempo, al Medioevo romano, quando la caccia alle streghe era forte anche nel nostro paese.

 

Le città perdute

di Tiziana Triana

Sonzogno

Fantasy

 

le-citta-perduteLe città perdute. Luna Nera – Libro 1 Italia, Diciassettesimo secolo. Adelaide (Ade), sedici anni, corre e tiene per mano Valente, suo fratello, che è ancora un bambino. Deve scappare da Torre Rossa e dalla casa in cui è cresciuta, perché l’accusa che le pende sulla testa porta dritta al rogo: stregoneria. Già qualche giorno prima, al mercato, avrebbe rischiato di essere linciata, se non fosse accorso in suo aiuto Pietro, un giovane attraente che è appena tornato al villaggio dopo gli studi a Roma. Nella campagna laziale, tra le torri di guardia dismesse dell’esercito romano, boschi frondosi e ruscelli, riparato da un muro di rovi, si nasconde un gruppo di donne che si sussurra pratichino la magia nera. Nessuno sa chi siano né da dove vengano; reclutano e proteggono ragazze come Ade, che la società ha messo al bando. È qui – in un mondo di sole donne, ciascuna delle quali ha una storia avventurosa alle spalle – che Ade e il suo fratellino trovano rifugio e vengono iniziati alle arti del gruppo. A questa comunità femminile in odore di stregoneria danno una caccia spietata i benandanti, capitanati da Sante, il padre di Pietro: una congrega di uomini forti che hanno un solo nemico – le streghe –, e un potente sostenitore – la Chiesa cattolica. Solo che Pietro non crede nelle streghe, e soprattutto si è innamorato di Ade dal primo momento in cui l’ha vista.

La cosa che subito balza all’occhio leggendo questo romanzo è la solidarietà femminile. Le Città Perdute, queste donne perseguitate che accolgono Ade in fuga e le danno nuova vita, si sostengono, collaborano, si vogliono bene. Sono unite contro un nemico comune: l’uomo, inteso come maschio alfa, come colui che si crede superiore alle donne.

Bellissime le ambientazioni. Leggere il libro è come vederlo con gli occhi della mente. Le immagini si susseguono attraverso un filtro di nebbia. Si presta benissimo alla trasposizione cinematografica.

I Benandanti, questi uomini autoelettisi inquisitori per grazia di Dio, sono in realtà delle bestie pericolose e nocive per sè stessi e gli altri, guidati solo da ingoranza e paura ma in grado di instillare il dubbio nella popolazione grazie al dono della dialettica, alla quale si associa una studiata forza bruta. Le donne istruite, colte, intelligenti, autonome non sono normali, devono per forza essere alle dipendenze del maligno, altrimenti sarebbero state buone buone alle dipendenze del proprio marito.

Un libro che ben si articola e che può essere ricollocato benissimo anche al presente. Nei giorni che viviamo, dove la caccia alle streghe si protrae, semplicemente cambiando mezzi e misure e cambiando forma, colore, religione, appartenenza. La paura del diverso, che improvvisamente diventa un nemico da sconfiggere fa parte dell’essere umano, una convinzione che come una malattia non ti uccide ma non ti dà neanche speranza di guarigione. Un libro che fa riflettere sotto molti punti di vista mentre ti delizia con il suo racconto.

Nel mezzo c’è anche spazio per una storia d’amore degna di Romeo e Giulietta e che è tutta da scoprire nei prossimi libri.

 

Link Amazon

Una risposta a "Le città perdute _ La nuova serie firmata Tiziana Triana"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...