Libri da quarantena _ parte 1

Buon pomeriggio lettori,

come molti di voi, nelle settimane di reclusione ho cercato di recuperare alcune delle letture che giacevano sulla mensola da un po’ di tempo. E devo dire che la mia libreria ultimamente pullula di autrici femminili. Non ho un vero e proprio ordine di lettura, diciamo che mi lascio ispirare dalle esigenze del mese – posso attraversare periodi di genere e quindi prediligerne uno rispetto a un altro, posso concentrarmi su un tipo particolare di autore (come le autrici italiane nel mese di marzo), oppure semplicemente cercare di smaltire i prestiti bibliotecari in scadenza.

Vi lascio alcune segnalazioni di libri che mi sono particolarmente piaciuti nell’ultimo periodo:
.
๐ŸŒท๐‹๐ฎ๐ง๐š ๐ง๐ž๐ซ๐š di ๐“๐ข๐ณ๐ข๐š๐ง๐š ๐“๐ซ๐ข๐š๐ง๐š รจ stata una sorta di rivelazione. Sicuramente attratta dalla le-citta-perdutecopertina (lo ammetto), ho poi scoperto essere anche una serie Netflix (l’avete vista? Vi รจ piaciuta?). Una storia di streghe, magia e pregiudizi nel Medioevo italiano. Un romanzo tutto incentrato sul potere e la solidarietร  femminile. L’unica pecca, forse, la stigmatizzazione dei ruoli. Uomini e donne sono circondati da pregiudizi, dove i primi risultato i barbari cacciatori e le seconde le vittime sacrificali.

Vi lascio il link alla recensione e il link Amazon.

 

๐ŸŒท๐ˆ๐ฅ ๐ฆ๐ข๐ง๐ข๐ญ๐ฎ๐ซ๐ข๐ฌ๐ญ๐š di ๐‰๐ž๐ฌ๐ฌ๐ข๐ž ๐๐ฎ๐ซ๐ญ๐จ๐ง era forse il libro sul quale avevo piรน aspettative. Il il-miniaturista-vintage-1personaggio che piรน ho apprezzato รจ ๐‰๐จ๐ก๐š๐ง๐ง๐ž๐ฌ, quest’uomo costretto a nascondersi alla moglie, a reprimere la sua identitร  e a essere perseguitato per questo. Non avevo mai letto un romanzo che affronta argomenti cosรฌ delicati, ma allo stesso tempo attualissimai in maniera schietta e diretta. Un finale noir, che condivido al 100%.

Vi lascio il link alla recensione e il link Amazon.

 

๐ŸŒท๐“๐ซ๐š๐œ๐œ๐ž ๐๐š๐ฅ ๐ฌ๐ข๐ฅ๐ž๐ณ๐ข๐จ di ๐‹๐จ๐ซ๐ž๐ง๐ณ๐š ๐†๐ก๐ข๐ง๐ž๐ฅ๐ฅ๐ข, infine, รจ la storia di come a volte i nostri demoni riescono a perseguitarci per tutta la vita, rendendoci incapaci di viverla. Un dolore troppo grande per essere perdonato e una vendetta che periodicamente si scatena. E un cattivo che quasi quasi va compreso, compatito in tutta la sua follia.

tracce-dal-silenzio (1)Trama. Nina ha dieci anni ed รจ diventata sorda in seguito a un incidente stradale. I genitori, decisi a lasciarsi quel trauma alle spalle, si trasferiscono in una nuova casa che confina con il parco. Una sera, come sempre, Nina spegne lโ€™impianto cocleare che le permette di sentire e si addormenta. Una musica perรฒ la sveglia. Una musica che non dovrebbe e non potrebbe percepire. Nina si alza e la segue. Nello stesso istante, nel cuore della notte, un ragazzo viene ucciso. Non sarร  lโ€™unica volta che la bambina sentirร  quella canzone, non sarร  lโ€™unica volta che, al ritmo di quelle note allegre e inquietanti, qualcuno verrร  aggredito. Come puรฒ Nina ascoltare quella musica senza indossare il suo audioprocessore? E perchรฉ nessun altro la sente oltre a lei? Cosa significano le strane visioni che ha in quei momenti? Sono solo alcune delle domande a cui la bambina dovrร  trovare risposte, per interrompere la spirale di violenza che minaccia di inghiottirla. Al suo fianco si schiereranno il fratello Alfredo e due sue compagne di classe, Rasha e Nur. Per Nina, poi, si rivelerร  determinante lโ€™incontro con lโ€™anziana Rebecca โ€“ la sua vicina di casa โ€“, perseguitata da un oscuro passato: se per Rebecca la bambina รจ un raggio di sole, agli occhi di Nina la vecchia รจ la nonna che ha perduto. Ma per essere risolti, gli inferni devono essere attraversati.

link Amazon.

Leggere รจ sempre una valida alternativa all’ozio a oltranza e mi ha permesso di trascorrere piacevolissimi pomeriggi (mentre il mio bimbo dormiva) immersa in storie incredibili e personaggi pazzeschi. Ho scoperto generi nuovi, rispolverato vecchie certezze e, soprattutto, ho viaggiato moltissimo con la fantasia. .

โ—ผ๏ธ๐ˆ๐ง ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐ž ๐ฌ๐ž๐ญ๐ญ๐ข๐ฆ๐š๐ง๐ž ๐ช๐ฎ๐š๐ฅ๐ข ๐ฅ๐ž๐ญ๐ญ๐ฎ๐ซ๐ž ๐š๐ฏ๐ž๐ญ๐ž ๐ซ๐ž๐œ๐ฎ๐ฉ๐ž๐ซ๐š๐ญ๐จ ๐œ๐ก๐ž ๐š๐ญ๐ญ๐ž๐ง๐๐ž๐ฏ๐š๐ง๐จ ๐๐š ๐ฎ๐ง ๐ฉ๐จ’?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...