Libri da leggere. I miei criteri di scelta

Ben trovati, lettori!

Dopo questa pausa estiva abbastanza lunga, ho radunato le idee e sono pronta a tornare. Ero un po’ demotivata, lo ammetto, ho anche pensato di mollare tutto e lasciare perdere. Poi mi sono ricordata il motivo che mi aveva spinta ad aprire il blog e allora ho deciso di perseverare.

Questo “luogo”, così come la mia pagina Instagram, sono solo delle piccole parentesi nelle quali condivido le mie passioni. L’obbiettivo è la leggerezza, la spontaneità. Voglio che rimanga questo lo spirito: non deve essere un obbligo, un impegno pressante, un’ansia.

E quindi, dato che di libri voglio parlare, ho pensato in quest’articolo di raccontare quali sono gli elementi che mi fanno scegliere una nuova lettura.

  • LA COPERTINA. Lo so che non si dovrebbe lasciarsi influenzare dalla prima impressione, ma alcune copertine sono pazzesche (e alcune case editrici sono bravissime in queste strategie di marketing) e ti chiamano proprio dallo scaffale. La copertina è la prima cosa che guardo in un libro.
  • LA CONSISTENZA. Sono attratta dai libri voluminosi. Se devo scegliere a istinto un “mattone” e un romanzo più discreto non ci sono dubbi: il mattone. Questo perché quando una storia mi prende e mi conquista non voglio lasciarla andare e ho l’illusione che un libro grosso regali più “tempo” a noi lettori. Di solito i libri corti li prediligo quando so di essere in un periodo dove il tempo da dedicare alla lettura non sarà molto e quindi non voglio trascinarmi una storia per giorni.
  • LA CASA EDITRICE. Ci sono case editrici alle quali sono più affezionata. Case editrici che mi hanno regalato romanzi meravigliosi (es. Editrice Nord) e che quindi prediligo in fase di acquisto perché so che quasi sicuramente non mi deluderanno.
  • LA TRAMA. Pensavate che non l’avrei messa? Non è tra le mie priorità. Per esperienza so che spesso e volentieri la trama devia un po’ e crea delle aspettative che si discostano dalla realtà del libro. Ci sono trame scritte benissimo che poi nascondono libri mediocri e trame brutte, che non ti invogliano alla lettura e che poi rivelano capolavori. Quindi sì, la trama è importante, ma la leggo sempre dopo aver già portato a casa il libro.

E il vostro criterio di scelta, invece, qual è? Sono molto curiosa di sapere quali sono le cose importanti da non tralasciare, per voi, nella scelta di un romanzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...